Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
This is SunRain Plone Theme
Tu sei qui: Home / temi / formazione cultura / mense / menu

Menù nelle mense scolastiche

1.66666666667

Il menù attualmente in vigore è quello dello scorso anno.

Scarica il menù a fondo pagina.

Il menù è variato sui giorni della settimana e sulle sei settimane ed è stagionale. È calibrato dal servizio dietetico dell’Ausl nella quantità e negli ingredienti. Non prevede alternative (se non per certificati problemi di salute) ma rispetta le diverse culture e religioni.
Il menu primavera-estate inizia a fine aprile e quello autunno-inverno subentra a fine ottobre.
Per incentivare l’acquisizione di corrette abitudini alimentari, le scuole possono chiedere che la frutta venga servita a metà mattina, anziché a fine pranzo.
Per i bambini che frequentano la scuola dell’infanzia, il menu comprende anche la merenda pomeridiana.

Il menu degli asili nido è esposto negli ingressi delle strutture, solitamente negli spazi dedicati alla comunicazione con i genitori.

 

I NOSTRI INGREDIENTI:
PASTA di semola di grano duro e RISO provenienti da agricoltura biologica; pasta all’uovo per lasagne.
Una volta al mese viene servita pasta Libera Terra: il marchio che contraddistingue i prodotti bio delle cooperative aderenti a Libera e che, grazie alla legge 109/1996 gestiscono strutture produttive e terreni confiscati alle organizzazioni mafiose.
CARNI BOVINE: biologiche e OGM free ottenute da animali nati ed allevati in territorio nazionale, regolarmente sottoposti a visita veterinaria, provenienti da stabilimenti di lavorazione riconosciuti dalla CEE.
CARNI SUINE E AVICOLE FRESCHE: ottenute da animali nati ed allevati in territorio nazionale regolarmente sottoposti a visita veterinaria, provenienti da stabilimenti di lavorazione riconosciuti dalla CEE.
PESCE: cuore di filetto di merluzzo e filetto di platessa surgelati, a ridotto contenuto di grassi, di piccola pezzatura.
PROSCIUTTO COTTO: di coscia suina, di prima qualità, senza polifosfati aggiunti, glutine e proteine della soia e del latte.
COPPA PIACENTINA DOP: (6 mesi)
PROSCIUTTO CRUDO DOP DI PARMA, con stagionatura minima di 18 mesi.
LATTE: fresco, pastorizzato intero locale proveniente da agricoltura biologica e YOGURT intero alla frutta alta qualità.
FORMAGGI: Parmigiano Reggiano DOP, Grana Padano DOP di produzione locale, crescenza, mozzarella e ricotta di produzione locale, provolone DOP.
UOVO pastorizzato.
ORTAGGI freschi di stagione: provenienti da agricoltura biologica, oppure provenienti da coltivazioni a lotta integrata di produzione locale o nazionale.
POLPA DI POMODORO proveniente da lotta integrata locale.
PASSATA DI POMODORO BIO e di produzione locale.
VERDURE surgelate: fagiolini, piselli e spinaci.
FRUTTA fresca di stagione: di produzione locale o nazionale proveniente da agricoltura biologica o da coltivazioni a lotta integrata, ad eccezione delle banane, che provengono dal Mercato equosolidale.
BISCOTTI prima infanzia e FETTE BISCOTTATE anche per allergici ed intolleranti.
FARINA DI GRANO TENERO locale e proveniente da agricoltura biologica
FARINA DI MAIS locale e proveniente da agricoltura biologica.
PASTA PER PIZZA di produzione locale
CONFETTURA di pesca, ciliegia, fragola
PANE di produzione locale
CONDIMENTI. Olio extra vergine d’oliva proveniente da coltivazioni nazionali
SALE fortificato con iodio
BARRETTA DI CIOCCOLATO dal mercato equosolidale.
Vengono utilizzate materie prime alimentari senza ingredienti contenenti organismi modificati geneticamente

ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO
Il Centro Preparazione Pasti di La Verza effettua la preparazione al crudo degli alimenti (lavaggio e porzionatura delle carni, mondatura, lavaggio e taglio delle verdure, lavaggio della frutta) ed il servizio di trasporto giornaliero alle strutture scolastiche.La cucina del Centro prepara e cuoce i sughi, i brodi, i secondi ed i contorni per le sette scuole non dotate di cucina interna.

LA COTTURA DEI CIBI
Tutti gli alimenti vengono cotti al mattino, immediatamente prima della somministrazione.
- La pasta ed il riso: cottura effettuata direttamente in tutte le sedi scolastiche. La cottura avviene in modo tradizionale in cuocipasta.
- I secondi: la cottura avviene in forni tradizionali, a convezione, a vapore.
- I contorni: in forni a vapore o tradizionali o a convezione.
Nessun alimento viene fritto.
L’olio extra vergine ed il burro (se previsto dalla ricetta) sono aggiunti alle pietanze a freddo, al termine della cottura.

L’EQUILIBRIO NUTRITIVO DEL MENU’ SCOLASTICO
Il menù elaborato dal Servizio Dietetico dell’AUSL di Piacenza tiene conto sia della stagionalità dei prodotti ortofrutticoli che della tipicità stagionale dei piatti nonché del gusto dei bambini.
Nella formulazione dei menù sono rispettate le indicazioni contenute nei LARN (Livelli di Assunzione Raccomandati di Nutrienti per la popolazione italiana) per fasce di età, mediante fissazione di standard calorici e di nutrienti dei pasti, con l’utilizzo di tutti i gruppi di alimenti per garantire la presenza di proteine sia di origine animale che vegetale, di lipidi, di glucidi, di sali minerali, di vitamine, nonché di una calibrata quantità di fibra.
Per prevenire patologie nell’età adulta legate ad un uso eccessivo di sale da cucina, se ne contiene il dosaggio e viene escluso l’uso di preparati per brodo.
Calorie giornaliere(media fra i 2 sessi)(Kcal)
Calorie del pasto scolastico (media fra i 2 sessi)(Kcal)
Scuole Infanzia (3-6 anni) 1400 ÷ 1600 · 610 pranzo · 150 merenda
Scuola Elementare (6-10 anni) 1670 ÷ 1930 · 720
Scuola Media Inferiore (10-13 anni ) 1930 ÷ 2250 · 840
Pranzo: 40% delle calorie totali
Merenda: 10% delle calorie totali

DIETE PARTICOLARI
- Dieta “leggera: prevista nella riammissione a scuola, non necessita di certificazione medica: si può prenotare la mattina stessa, per non più di due giorni consecutivi.
E’ costituita da:
- Primo piatto: pasta o riso bianco conditi con olio extra vergine di oliva e Grana Padano;
- Secondo piatto: formaggio Grana Padano o prosciutto crudo o fettina di carne o pesce (previa lessatura o cottura al forno con basso utilizzo di grassi);
- Contorno (patate e carote cotte a vapore)
- Pane e frutta
- Dieta speciale: necessita di certificazione medica ed è riservata a bambini o adulti che hanno bisogno di un’alimentazione mirata a prevenire e/o curare particolari patologie (intolleranze, allergie ecc.) .
- Dieta etico – religiosa: può essere richiesta, per iscritto, dalla famiglia interessata; nel caso di dieta vegetariana è previsto un colloquio con la dietista dell’AUSL di Piacenza al fine di valutarne la congruità per non incorrere in carenze nutrizionali.

ALTERNATIVA AL MENU’DEL GIORNO
Ai bambini che hanno rifiutato il pasto del giorno, viene servito (su segnalazione dell’insegnante) un secondo piatto a base di formaggio.

SUGGERIMENTI PER GLI ALTRI PASTI DELLA GIORNATA
Per la prima colazione e la merenda sono consigliati alimenti energetici, facilmente digeribili.
In particolare:
- pane, fette biscottate, biscotti secchi, fiocchi di cereali con eventuale aggiunta di piccole quantità di miele o marmellata: forniscono energia di pronta e facile utilizzazione;
- yogurt, latte e latticini magri (ricotta): assicurano un buon apporto di calcio e proteine.
- Frutta (anche sotto forma di frullati): garantisce vitamine, minerali e fibre.Durante la mattina privilegiare ingredienti poco energetici, come la frutta fresca, che non compromettono l’appetito per il pranzo.
A cena completare con varietà e fantasia il pranzo scolastico consultando il menù e scegliendo ingredienti diversi da quelli già consumati.

ACQUA DESTINATA AL CONSUMO
A tavola viene somministrata acqua dell’acquedotto.
Per la riduzione della durezza e dei nitrati, in tutte le cucine sono installati impianti di trattamento delle acque,con la sola eccezione delle scuole di Gerbido e Roncaglia dove l’acqua potabile ha già valori ottimali.

CONTROLLO DELLA QUALITA’
In attuazione del regolamento CEE/UE n. 852/2004, le cucine ed il Centro Preparazione Pasti Comunale applicano un proprio sistema di Autocontrollo preventivo basato sui principi dell’HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Point), che garantisce la sicurezza del prodotto/servizio erogati con sistematici processi di analisi e controllo.
-Vengono effettuati periodici corsi di formazione del personale, e compiute costanti  visite ispettive da parte di operatori specializzati. Avvalendosi delle competenze del servizio ARPA e dell’Istituto Zooprofilattico di Piacenza, sono realizzati prelievi ed analisi microbiologiche - chimiche sulle materie prime, sui pasti pronti e sull’acqua destinata al consumo.
Tutto il personale e le strutture coinvolte sono inoltre oggetto di controlli da parte dell’AUSL di Piacenza, Dipartimento di sanità pubblica.

31/01/2014 - 12/10/2012

Contenuti correlati
Menù mense 2013-14.pdf
Share |
archiviato sotto: